IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quiliano, riqualificate le aree giochi di Valleggia

Quiliano. In riferimento alle sollecitazioni pervenute da alcuni cittadini in merito alle aree verdi e alle aree giochi di Valleggia, il sindaco di Quiliano Nicola Isetta interviene per approfondire la problematica. “In questi anni Valleggia è stata coinvolta in una positiva fase di trasformazione e di riqualificazione” spiega Isetta. “Trasformazione derivata da un processo di programmazione derivato dal Piano Particolareggiato di Valleggia. Piano che oltre alla previsione delle realizzazione di nuove residenzialità ha programmato la definizione del sistema della viabilità, dei parcheggi e della definizione di aree verdi / giochi estese sulle diverse porzioni del centro di Valleggia in modo tale da rispondere alle diverse esigenze.”

“Secondo elemento importante che ha consentito di riqualificare il centro di Valleggia” prosegue Isetta, “è stato il Progetto realizzato dall’amministrazione comunale con il supporto del C.I.V. (Centro Integrato delle attività commerciali di Valleggia). Attraverso questo progetto vi sono stati intervenuti sostanziali sulle pavimentazioni, sui punti luce, sugli arredi, sui marciapiedi e su alcune arre verdi / giochi. Attraverso questi interventi di programmazione è stato possibile pianificare e iniziare a realizzare degli spazi dedicati ai bambini. Interventi che dovranno sicuramente essere completati e implementati con nuove iniziative rispondenti alle esigenze degli utenti / fruitori e della loro sicurezza. Interventi importanti e significativi, ancor più se valutati in un contesto complessivo del territorio comunale e nelle difficoltà di risorse finanziarie a disposizione degli enti locali territoriali.”

“Entrando nel dettaglio degli interventi realizzati” specifica il primo cittadino di Quiliano, “a Valleggia l’area giochi in via Delfino è strada ristrutturata secondo un progetto proposto dal Consiglio comunale dei Ragazzi. I giovani consiglieri avevano concordato che all’interno dell’area ci fosse il posizionamento di attrezzi ginnici, tipo percorso vita e che il fondo della pista esistente avesse un fondo maggiormente scorrevole. Intervento realizzato conseguentemente. L’area giochi di via Valleggia Superiore è nuova, realizzata all’interno di un intervento in una zona ancora da completare. Una prima realizzazione ha previsto le attrezzature principali. L’area giochi di via Bellotto, anch’essa nuova, è realizzata con primi interventi sicuramente da completare sul piano delle attrezzature, delle alberature e delle gestioni degli spazi. Infine, l’area giochi di piazza della Chiesa è stata integralmente ristrutturata e rifatta cercando di recuperare spazi all’interno del perimetro preesistente e con recupero dei giochi precedentemente disponibili con nuove integrazioni compatibili con le risorse disponibili. Certamente anche questa area potrà essere implementata e integrata di eventuali protezioni.”

“Queste aree negli anni dovranno essere completate e integrate da altri spazi previsti dagli strumenti di programmazione del territorio. Significativo sarà il nuovo parco di San Pietro in Carpignana che è in fase di realizzazione. In merito alla problematica dei marciapiedi vi sono stati interventi di adeguamento sulla piazza, su via Bellotto, su via San Pietro. Sono in fase di manutenzione quelli su via Diaz e via Fratelli Cervi. Interventi significativi e importanti, compatibili con le risorse disponibili e con una pianificazione degli interventi che deve interessare tutto il territorio comunale.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carla79

    Eh, mi vien da dire, beati i tempi in cui i bambini giocavano per le strade senza i parchi giochi attrezzati!
    salutissimi a tutti

  2. Scritto da Lau

    ok Irene sono d’accordo anche con te. ti rispondo perchè mi spiace lasciare le cose in sospeso e sei stata gentile. però volevo precisare che la bambina si è fatta male perchè per disposizioni ministeriali e normative UNI (www.giocattolisicuri.com) il terreno immediatamente intorno al gioco, scivolo o altalena che sia deve essere di materiale “morbido” tipo i famosi tappettini che tanto si usano ora. e privi di spigoli e parti che possano offendere. la bimba ha sbattuto la fronte su spigolo vivo del tappettino. se vai in comune abbiamo depositato anche le foto dell’area dell’incidente, alla base della scala c’è pure il rpofilo di una trave di ferro che fuoriesce…e ti assicuro non deve esserci (ma puoi anche vedere tu stessa ai giardini di via bellotto fronte scuole elementari. e sempre per normativa le aree destinate al gioco non devono contenere piante velenose. insomma Irene credimi le cose serie ben più serie sono altre e il comune ha fatto tanto lo ricordiamo anche nella lettera. conosciamo i risultati raggiunti. ma i parchi gioco sono prporietà comunale e compito del cittadino è mettere in luce anchele piccole problematiche. ma la colpa è la mia che nel primo intervento di questo articolo mi son espressa di fertta e male dando per socntato che tutti capissero. va bbuò passo e chiudo e buona giornata.

  3. Scritto da Irene

    Lau, io capisco il tuo discorso…ed è vero, non sono una mamma, ma non per questo non conosco i bambini e i loro scatti improvvisi. Il punto è questo: cosa c’entra l’amministrazione se un bambino mangia una bacca velenosa!!!Io sto dicendo che è giusto criticare e da cittadini cercare di far richieste plausibili e costruttive, ci mancherebbe altro. Ma trovo che non tutte le problematiche che tu hai sottolineato siano colpe di un’amministrazione comunale. Tutto qui, non volevo criticare nessuno e non mi sembra di averlo fatto. Cmq, come ho detto nella mail precedente, farò caso alle siringhe di cui tu parli. Ti ripeto, non ne ho mai viste, ma se dovessi vederne posso assicurarti che mi impegnerò anche io a denunciare il problema a chi di dovere! Credo inoltre che sia nell’interesse del Comune evitare pericoli qualora questi siano reali e non dipendano dal buonsenso di nessuno! In conclusione posso dirti che spero che tu abbia capito il mio discorso: l’amministrazione comunale deve assumersi (come ha fatto e spero farà) responsabilità reali e oggettive e risolvere i problemi di sua competenza! Non può, a mio avviso, farsi carico di responsabilità che non la riguardano. Non credi anche tu che non abbia nessuna colpa se una bambina cade e si procura 3 punti o se un bimbo ingoia delle bacche velenose?

  4. Scritto da Lau

    Irene mi spiace di averti dato questa impressione. forse puoi leggere la lettera nel sito ivg sotto “lettere” firmata da 100 genitori. il comune ha fatto tanto, ma è segno di civiltà risolvere anche queste piccole cose. le cose che abbiamo scritto sono semplicemnete il frutto di tante segnalazioni raccolte fra i vari genitori. forse tu non sei mamma o forse mi sbaglio. io non mi sento in colpa nè esagerata nè pretendo un comune baby sitter che faccia le mie veci di madre, nè tappetini gomma piuma che cospargano il territorio nè assessori che si lancino a protezione dei bimbi. queste son cose che dici tu e nessuno ha scritto. una siringa è sta trovata nei giardini della piazza, due bimbi sono andati all’ospedale per assunzione di bacca di pianta velenosa (non ricoprdo il nome) e c’è stata segnalazione in comune tanto che l’hanno immediatamente eliminata. se tu fossi mamma sapresti quanto velocem un bimbo di 4-5 anni può fare una sciocchezza del genere. non si tratta di tenere bimbi sotto campana vetro ma fidatio alcuni accorgiemnti si possono prendere senza grosse spese per un comune. i bambini son la risorsa più importante per uan società. ps in piazza della chiesa i giardini su di un lato sono privi di parapetto e se si cada son almeno mezzo metro di caduta in mezzo ad uan strada, che per un bimbo di 2 anni son tanti. basta fare attenzione e non si cade…ma operchè non mettere una ringhierina? quanto costa? pure l’uscita da direttaemnte sulla strada …pensa a quanto più sereni si potrebbe stare tutti se non si fosse costretti a stare come cani da guardia all’uscita per imepdire che tuo figlio non vi si lanci di corsa ….oddio se vuoi lo faccio, è il mio compito di madre. ma non vedo perchè ti dia cosi fastidio cosa togliamo al comune? forse un miliardo di euro? mi spiace per le accuse che mi rivolgi, non meritate. non ti conosco nemmeno e pure mi giudichi. forse si molti apsetti mi sono oscuri, ma non fa nulla. non per questo devo farmi andare bene altre cose. ps anche io non faccio attraversare la strada a mio figlio da solo. forse non hai letto bene cosa intendo dire.

  5. Scritto da Irene

    In risposta a Lau
    Credo che si stiano perdendo di vista quelle che sono le reali responsabilità di un Comune, in questo caso quello di Quiliano.
    Vogliamo chiedere all’amministrazione comunale di fornirci un paio di babysitter???non sarebbe forse meglio che i genitori stessero attenti ai loro bambini? in alternativa si potrebbe provare a chiedere al Comune di adoperarsi per far ricoprire di gomma piuma Quiliano e Valleggia!…ma andiamo avanti con l’analisi delle tue problematiche:cosa intenti con “mancanza di parapetto a protezione cadute accidentali in piazza”?Alè, altra proposta: che gli assessori e la giunta tutta si lancino con tanto di mani a conchetta sotto al corpo del malcapitato…e poi…dove sarebbero le siringhe di cui tu parli?Io non le ho mai viste, se non negli armadietti della Croce Rossa del nostro bel paesino, ma ora che hai sottolineato la loro presenza ci butterò un occhio. Le piante nocive sarebbero??non credo che i quilianesi di divertino a farsi delle bocconate di oleandro, anche qui sta all’intelligenza e al buon senso, cosa c’entra la giunta?? Per concludere sarei curiosa di conoscere le misure che adotteresti per il problema dell'”eccessiva vicinanza con la strada nel caso della piazza” ma fortunatamente i quilianesi tengono ben stretti i loro bimbi e non li lasciano soli ad attraversare la strada…menomale va…
    Credo che prima di lanciare accuse bisognerebbe riflettere un minutino…le critiche servono quando sono costruttive, queste francamente mi sembrano distruttive (e ho usato un eufemismo perchè sono una quilianese educata, una delle tantissime!). Posso inoltre assicurarti che l’amministrazione (purtroppo uscente) ha fatto molto di più di quanto pensi, ma credo che molti aspetti siano a te oscuri!
    Un saluto a tutti i quilianesi che come me non hanno perso la fiducia nelle persone che li rappresentano…e un saluto anche a tutti gli altri…