IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’associazione Libera sempre più presente nel Savonese

Più informazioni su

[thumb:3134:l]Savona. E’ sempre più radicata in provincia di Savona l’associazione “Libera”, presieduta da don Luigi Ciotti (nella foto) e attiva da tredici anni con l’obiettivo di sollecitare la società civile alla lotta contro le mafie. In autunno verrà istituito formalmente il presidio savonese, mentre il gruppo locale sta consolidando la collaborazione con “Libera Piemonte” sotto la guida del suo referente, Davide Mattiello.

La finalese Tiziana Bonora, alludendo al fenomeno mafioso, afferma: “Da noi sembra che non esista ma le metastasi, i tentacoli, li abbiamo anche qua. Di conseguenza l’azione di Libera verterà sul piano culturale, come sensibilizzazione a scuola, tra i ragazzi, come denuncia, come promozione della legalità, della solidarietà, della democrazia e del senso civico”.

La referente dell’associazione prosegue: “Quando il diritto diventa forte e non tutela più i deboli, prepara la guerra. Le cosche mafiose sono paragonabili ad un vero e proprio esercito che gioca sulla cultura dell’appartenenza e che ha molteplici diramazioni subdole. La mafia in Liguria è presente tra i progetti edili, le case da gioco, il riciclaggio nelle grandi distribuzioni, gli appalti pubblici, il porto di Genova e Ventimiglia, accessi per il trasporto di droga”.

“La Liguria – aggiunge Tiziano Bonora – è tra le prime cinque regioni ad essere coinvolta dalla `Ndrangheta, l’organizzazione criminale mafiosa più evoluta, molto collegata alle massonerie deviate, capace di infiltrarsi ovunque, anche tra le alte cariche. Ha diramazioni in tutto il mondo, la principale controlla il monopolio della cocaina dalla Colombia”.

Hanno aderito finora al progetto di Libera Savona, come associazioni, il Laboratorio delle Associazioni Cellesi, Rete Lilliput Savona, la Bottega del mondo di Finale Ligure, la Casa dei Circoli Culture e Popoli di Ceriale, l’Agesci di Savona e Celle. La partecipazione è aperta anche ai singoli, diversi insegnanti della Valbormida stanno aderendo.

La stessa Libera Savona con la Rete Lilliput e con il patrocinio di Provincia e Comune ha organizzato per giovedì 18 settembre, alle ore 18 presso la libreria Ubik ed alle ore 20,45 presso la Sala ex pinacoteca della Fortezza del Priamar, un incontro con Francesco Forgione, già presidente della Commissione parlamentare antimafia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.