IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La disabilità tra scienza e assistenza: convegno ad Andora

Andora. Si terrà venerdì 26 settembre ad Andora, presso la Sala Polivalente della Fondazione Sacra Famiglia Onlus, dalle ore 9 alle ore 16, il convegno dal titolo: “Tra scienza e assistenza: modelli di intervento integrato nella disabilità complessa”.

Alla giornata di studio interverranno, fra gli altri, il Vescovo di Alberga, monsignor Mario Oliveri, il vice Presidente della Regione Liguria, Massimiliano Costa, il Direttore Generale dell’Agenzia Sanitaria Regionale, Franco Bonanni, il Sindaco di Andora, Franco Floris, il Provveditore agli Studi di Savona, Carla Barzaghi.

Per la Tavola Rotonda sulla presa in carico del disabile interverranno: Davide Redaelli, Direttore spirituale del Seminario Vescovile di Albenga e fratello di un Ospite della Sacra Famiglia, Giorgio Genta di ABC, Associazione Bambini Cerebrolesi, Dario Petri della FISH, Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap.

L’evoluzione del modello di disabilità impone la necessità di ripensare ai servizi destinati al disabile innanzitutto in chiave integrata tra le varie agenzie che a diverso titolo intervengono nella presa in carico della persona con disabilità: Asl, famiglia, enti accreditati, scuola, ospedale ed enti per la formazione.
L’integrazione dei modelli di intervento e dei servizi sul territorio è indispensabile affinché si realizzi quello che deve essere il vero obiettivo finale del processo riabilitativo: ovvero la realizzazione delle condizioni che consentano al disabile di restare vicino alla propria famiglia e al proprio ambiente sociale.

Il convegno intende mettere in luce, inoltre, la necessità di applicazione del metodo scientifico alla riabilitazione e all’assistenza delle persone disabili così da passare da “ciò che è buono” a “ciò che è giusto”. In questo modo, avere cura della persona disabile, dovrà prevedere la creazione di un team riabilitativo nel senso più ampio del termine: non solo il coinvolgimento di molteplici competenze, ma anche e soprattutto la condivisione di regole e obiettivi.

Nel corso della giornata di studio verranno presentate e illustrate alcune best practices di intervento integrato e collaborativo, attraverso la partecipazione delle agenzie del territorio che, a vario titolo, si prendono cura della persona disabile.
Uno degli obiettivi forte del convegno è quello di delineare l’urgenza di offrire alle famiglie le migliori risposte possibili, efficaci e appropriate, incrociando realisticamente i bisogni e le risorse disponibili sul territorio.

Alla fine della mattinata di studio, sarà dato spazio a una tavola rotonda sul tema “La presa in carico del disabile: una pluralità di risposte”.
Si rifletterà, infine, sull’evoluzione dei servizi sanitari e socio-sanitari dedicati alla disabilità, alla luce dei Livelli Essenziali di Assistenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.