IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Contributi ai Comuni per sicurezza stradale: legge di FI in Regione

Più informazioni su

Regione. Aumentare la sicurezza nelle strade puntando su sistemi preventivi capaci di evitare, in molti casi, il ricorso a misure punitive. La prevenzione infatti si rivela assai più efficace delle multe salate. E’ l’intento della proposta di legge “Contributi ai Comuni per la realizzazione di opere atte a ridurre la velocità dei veicoli in prossimità delle scuole, delle strutture ospedaliere e socio-sanitarie, e per la semaforizzazione degli attraversamenti pedonali”, presentata da Forza Italia, che ha come firmatari i consiglieri Gino Garibaldi, Gabriele Saldo (capogruppo), Luigi Morgillo, Pietro Oliva e Matteo Rosso.

“Questa legge vuole incentivare la predisposizione e l’installazione da parte dei Comuni di misure di sicurezza stradale preventive, quali, ad esempio, i dossi rallentatori della velocità, da posizionare i prossimità di scuole, ospedali e residenze protette, nonché nei punti maggiormente congestionati e a rischio del traffico cittadino”, dice il primo firmatario, Gino Garibaldi che sottolinea: “Puntiamo a misure preventive che inducono l’automobilista a rallentare per tempo la velocità e non punitive, come è invece l’autovelox, il cui effetto deterrente si fa sentire soltanto dopo l’invio ai trasgressori di salatissimi verbali”.

La legge prevede pertanto che la Regione conceda contributi a fondo perduto a favore dei Comuni per le opere finalizzate alla effettiva riduzione della velocità dei veicoli, in punti considerati a rischio. Le domande di contributo dovranno essere presentate entro il 30 aprile di ogni anno. Spetta alla Giunta, previo parere della commissione consiliare competente, il compito di stabilire quali sono gli interventi ammissibili a contributo. Quest’ultimo coprirà la spesa ammissibile sino ad un massimo del cinquanta per cento e sarà erogato entro sessanta giorni dalla conclusione dei lavori.
“Ci auguriamo che questa proposta incontri il consenso della maggioranza – dice Garibaldi -. La sicurezza stradale non ha un’appartenenza politica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vespa

    Per quello che posso valutare leggendo l’articolo, mi sembra un’ottima proposta di legge, anche se i provvedimenti repressivi non devono essere accantonati, perchè le misure dissuasive funzionano con le persone di buon senso, ma non con tutti!