IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ciclismo, Riccardo Tomatis campione fra i medici

Più informazioni su

Albenga. Riccardo Tomatis, medico di famiglia, 45 anni, ha conquistato il titolo mondiale nella categoria Master C, ai campionati mondiali, riservati ai medici e svoltisi a Zocca
in provincia di Modena.

Tomatis, che corre per lo squadrone dell’Uc Laigueglia Pacan Bagutti, dell’ex professionista Bruno Zanoni, ha ottenuto nel corso dei campionati, organizzati dalla federazione ciclistica, con la collaborazione della Banca Popolare dell’Emilia, della Fatro e della Carni Montana, oltre al titolo mondiale nella specialità della combinata, anche due titoli italiani e due titoli europei: “Il primo giorno – dice Tomatis – ho corso la cronometro, su un percorso misto di 4 chilometri e mezzo, ed ho ottenuto il titolo europeo, con il primo posto nella mia categoria. Essendo anche il primo degli italiani poi mi sono pure aggiudicato il titolo nazionale. Il giorno seguente ho vinto la gara su strada, su un percorso misto di 52 chilometri, disegnato sull’Appennino tra Zocca, Modena e Ciano di Zocca. Ho vinto nella mia categoria ed ho ottenuto di nuovo due maglie: italiana ed europea. Ero già strafelice così. Ma non era
finita. Gli organizzatori avevano infatti anche ottenuto dagli enti la possibilità di assegnare il titolo mondiale master di combinata. E nella mia categoria è toccato a me vestire la maglia iridata”.

Tomatis, che vive e lavora ad Albenga, presso il Consorzio Medico Albenga-Salute, è sposato con Amelia Conte, è papà di Lorenzo, che ha sei anni ed è uno dei più noti e ben voluti medici del comprensorio ingauno.

Appassionato da sempre di ciclismo, da alcuni anni ha cominciato a ritagliarsi un po’ di tempo per la bici e gli allenamenti. Poi da quando ha iniziato a vincere le prime corse (dal 2000) ed i primi titoli (regionale 2004 e 2007 e provinciale 2007) ha preso a dedicare maggior tempo a questa passione che ora lo ha portato a vestire la maglia iridata, europea ed italiana per gli appartenenti all’area medica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.