IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, Mariarosa Masoero presenta un diario inedito di Cesare Pavese

Più informazioni su

Borghetto Santo Spirito. Martedì 9 settembre, alle ore 21,30, nell’incantevole atmosfera del Giardino di Sala Marexiano, nell’ambito delle “Serate d’Autore 2008”, la professoressa Mariarosa Masoero presenterà il diario inedito di Cesare Pavese dal titolo “Dodici giorni al mare”, pubblicato da Galata Editore di Genova, a sua cura.

Il diario, scritto dal giovane Pavese durante una vacanza trascorsa in Liguria, è un resoconto della vacanza che già fa intravedere lo stile asciutto del grande scrittore. La presentazione, fortemente voluta nella giornata in cui si celebra il centenario della nascita di Cesare Pavese, vedrà la presenza a Borghetto Santo Spirito di una delle massime esperte a livello internazionale dello scrittore piemontese.

Mariarosa Masoero, docente dell’Università di Torino, ha infatti curato: la sistemazione della produzione giovanile di Cesare Pavese, rinvenuta tra migliaia e migliaia di carte eterogenee dal punto di vista esterno e interno. Dopo aver offerto una prima campionatura del materiale lirico in C. Pavese; il cinquecentesimo Tascabile Einaudi dedicato alle Poesie (febbraio 1998; contiene quattro canzonieri giovanili inediti e tutte le poesie edite ricontrollate sui manoscritti) e una scelta di poesie commentate e annotate nell’Antologia della poesia italiana, vol. III (1999, Biblioteca della Pléiade); le Lotte di giovani e altri racconti (1925-1930), uscito presso l’editore Einaudi nel 1993. Inoltre a Cesare Pavese ha dedicato alcuni articoli: Pavese, poeta dell’angoscia (1993), Lotte o racconti di giovani: filologia e narrativa (1993), Approssimazioni successive. Materiali per l’edizione delle poesie giovanili (1995), Rose gialle in una coppa nera (2000), curando anche la Cronologia e le Notizie sul tresto di Paesi tuoi, La spiaggia, Il compagno, Il carcere, La casa in collina, nell’edizione di Tutti i romanzi di Pavese (2000, Biblioteca della Pléiade).

E’ intervenuta a numerosi convegni, nazionali e internazionali. Su Cesare Pavese: Montpellier, maggio 1991; Grenoble, 7-8 novembre 1991, titolo: “Un écrivain retrouvé”; Brancaleone Calabro, 29-31 maggio 1998, titolo: “Cesare Pavese: uomo del nostro tempo”; Montecatini Terme, 24 gennaio 2000, titolo: “Itinerario pavesiano”; Savigliano, 12 febbraio 2000, titolo: “Ho dato poesia agli uomini. Cesare Pavese (1908-1950)”; Candelo, 25 marzo 2000, titolo: “Cesare Pavese 50 anni dopo. Letteratura e storia”; Caserta, 29 aprile 2000, titolo: “Cesare Pavese nel cinquantennale della morte”; Cremona, 9 novembre 2000, titolo: “Dialoghi con Cesare Pavese. Itinerari pavesiani tra letteratura, storia e mito”), sulle scoperte americane Casale Monferrato, 10 aprile 1992; titolo: “Il grande viaggio”.

Ha partecipato all’ideazione e all’allestimento delle mostre: “Cesare Pavese. Le carte, i libri, le immagini” (Torino, Biblioteca Nazionale, 14 febbraio-15 marzo 1987, poi Losanna, Osnabrück, Düsseldorf, 1988-1989), “Cesare Pavese: le carte, i libri” (S. Stefano Belbo, Municipio, giugno-settembre 1990), “La corte e le lettere” (Torino, Archivio di Stato, 11-13 marzo 1996, con relativo catalogo; mostra allestita in occasione del Convegno internazionale di studi “Torquato Tasso. Cultura e poesia”), “A los hombres les he dado poesía”. Cesare Pavese, 1908-1950 (Buenos Aires, maggio-giugno 2001; presidente del Comitato scientifico). Ha allestito, per la Fiera del libro di Torino (17-21 maggio 2001), la mostra “I libri sono parte del mondo. Cesare Pavese, 1908-1950”.

Ha collaborato a “Lettere italiane”, “Schede umanistiche”, “Studi secenteschi”, “Studi novecenteschi”, “Otto-Novecento”, “Studi piemontesi”, nonché a iniziative editoriali come il Grande Dizionario Enciclopedico della Utet (ha aggiornato tutte le voci letterarie del Seicento ed ha firmato una ventina di pezzi). Nell’agosto del 1993 ha vinto il Premio speciale per la saggistica “Cesare Pavese”.

Ha fondato e dirige un Quaderno annuale di letterartura italiana, “Levia Gravia”, redatto presso le Università di Torino e del Piemonte Orientale; esso intende collegare la ricerca scientifica con la didattica, rendendo conto delle iniziative che si svolgono attorno all’insegnamento della letteratura italiana con risultati che rischiano spesso di andare perduti (disponibile in rete e su supporto cartaceo). E’ segretaria del Centro di studi di letteratura italiana in Piemonte “Guido Gozzano-Cesare Pavese” (Università degli studi di Torino). Cura, con Marziano Guglielminetti e Claudio Sensi, la collana di manoscritti e prime stampe “Facsimilia sec. XX”.

In contemporanea alla presentazione verrà inoltre allestita una piccola mostra che permetterà ai visitatori di vedere ritratti fotografici di Cesare Pavese e riproduzioni digitali di documenti autografi del noto scrittore.

Conduce la serata Graziella Frasca Gallo. Le letture sono a cura della Compagnia teatrale “Uno sguardo dal Palcoscenico” di Cairo M. L’ingresso è libero. In caso di pioggia le serate si svolgeranno a Palazzo E. Pietracaprina in Piazza Libertà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.