IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, conto alla rovescia per l’inaugurazione del nuovo ospedale

[thumb:9089:l]Albenga. Mancano ormai pochi giorni all’inaugurazione del nuovo Ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga. Il taglio del nastro per la struttura in regione Bagnoli avverrà alle 10,30 di mercoledì 8 ottobre, mentre l’inizio dell’attività ordinaria è previsto per il 20 ottobre.

Il cantiere dell’ospedale ingauno era stato aperto il 9 luglio 2004. Quattro anni di lavori ed ora – spiegano dall’Asl 2 Savonese – “la popolazione del comprensorio avrà una struttura nuova di zecca dove gli eccellenti professionisti, che operano da anni in un edificio antico i cui canoni architettonici sono ormai superati per un’edilizia ospedaliera, potranno svolgere l’attività di diagnosi e cura rispettando i requisiti di massima efficienza e qualità”.

Gli stessi vertici dell’Asl hanno sottolinerato il lavoro svolto dai tecnici e dagli operatori del Dipartimento Tecnologico coordinati dagli architetti Cesare Branchetti e Aldo Oriti. La Commissione, costituita dai diversi responsabili delle varie funzioni interessate, ha svolto un ulteriore sopralluogo nella nuova struttura e ha definito la logistica e gli aspetti organizzativi da portare a termine entro le date prefissate.

Infatti, dopo l’inaugurazione, si procederà al trasloco delle attrezzature e al trasferimento dei degenti nei nuovi locali. In questa fase di passaggio le funzioni ospedaliere non subiranno alcuna sospensione. Taratura degli strumenti, alcuni assolutamente nuovi, finiture delle strutture, segnaletica interna, montaggio arredi (letti innovativi e per il cui corretto utilizzo sono stati organizzati specifici corsi per gli operatori), collaudi delle attrezzature, sono solo alcuni degli interventi che coinvolgono diversi gruppi di operatori per la riuscita del trasferimento.

Intanto, l’Assessorato regionale alla sanità in questi giorni ha assicurato la deroga per l’assunzione di un primo blocco di diverse figure professionali per il potenziamento delle funzioni erogate ai cittadini mediante il servizio ospedaliero ingauno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.