IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agriturismi: il consigliere Oliva (FI) attacca legge regionale

Regione. La IV Commissione del consiglio regionale ligure si è riunita martedì 9 settembre per sentire le categorie agricole sull’attuazione del regolamento per gli agriturismi. Sono emerse numerose osservazioni legate all’ubicazione delle stratture ricettive ed alla quantità delle risorse stanziate per questo importante settore turistico.

“Come al solito – afferma il consigliere regionale di FI Pietro Oliva – la sinistra in Regione non è in grado di produrre leggi che soddisfino le esigenze degli operatori del settore. Ed anche in questo caso forti sono state le contestazioni da parte dei rappresentanti delle categorie agricole che si sono trovati di fronte ad una legge lacunosa, che penalizza di fatto il settore e che non accontenta, principalmente a causa delle irrisorie risorse stanziate, né le aziende agricole ubicate nell’entroterra e né quelle delle zone costiere. Questo provvedimento servirà soltanto a creare operatori agricoli di serie A e di serie B. Infatti la legge regionale n. 37/2007 che dovrebbe disciplinare e sostenere anche l’attività agrituristica di fatto crea solo un gran confusione e litigiosità tra gli operatori, che si sono visti prendere per il naso una volta di più con lo stanziamento, per lo sviluppo del settore legato alle aziende agrituristiche di soli 2 mln di euro da ripartirsi in tutta le Regione”.

“Per fare un po’ di chiarezza – conclude l’esponente Azzurro – FI ha deciso di presentare due interpellanza con le quali chiedemo all’assessore competente di specificare se lo stanziamento di risorse previsto dalla legge 37/07 a favore delle aziende agrituristiche favorirà anche le aziende costiere e se tali stanziamenti sono ritenuti sufficienti. Inoltre vogliamo sapere se tutte quelle aziende agricole costiere verranno di fatto tagliate fuori da ogni tipo di finanziamento e se quelle che hanno già compilato le preadesioni per accedere ai fondi del PSR (Programma di Sviluppo Rurale) saranno di fatto escluse”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.