IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

B d’Eccellenza: il solito Riviera perde la partita nel terzo tempo

Più informazioni su

Quiliano. Il cuore non basta al Tirreno Power Riviera nella delicata sfida contro la Miroradici Vigevano, valida per la 19° giornata. I biancorossi del coach Alessandro Crotti, pur disputando una buona partita, soprattutto nella prima metà, in cui sono stati costantemente in vantaggio, non sono riusciti a contenere le folate offensive dei lombardi. Trascinati dal solito super Palombita i gialloblu allenati da Furio Steffè hanno coronato l’inseguimento con il sorpasso e la vittoria finale.
Crotti può già schierare il nuovo acquisto Stefano Pagliari, ala piccola e grande, prelevato da Ozzano in settimana, ma deve fare a meno del play Stefano Leva, che ha nuovamente dovuto dare forfait per il riacutizzarsi dei postumi dell’infortunio patito tempo fa. Carica di entusiasmo la cornice di pubblico, con ben 900 spettatori, tra cui una foltissima tifoseria ospite.
Crotti schiera in partenza Chiragarula, Bernardi, Guerci, Nobile e Trionfo. Proprio l’azzurro firma il primo canestro (sarà lui il miglior realizzatore del Riviera con 20 punti personali). Poi è Bernardi a penetrare, segnando e subendo fallo: il play fissa sul tabellone il 7 – 4. Ancora il regista firma una bomba per il 13 – 6, poco dopo Nobile allunga 15 – 6. Ritmo elevato, con un Riviera intraprendente e un Vigevano in attesa.
A volte però i biancorossi non riescono a sfondare l’alta difesa lombarda: ma se si sbaglia un passaggio, si rischia di lasciare il contropiede al velocissimo Palombita. Come accade quando il lombardo segna il 15 – 12. Crotti manda in campo il nuovo acquisto Pagliari e Bocchini al posto di Guerci e Chiragarula. Trionfo con due liberi porta il Riviera sul +5 (17 – 12), subito dopo firma anche la bomba del 20 – 12. Vigevano non molla la presa, risale al 20 – 15 e mette in mano a Palombita il tiro da tre dalla sinistra (20 – 17). Cominciano i problemi quando anche Bernardi si infortuna in uno scontro fortuito in difesa. Crotti manda in campo Moreno e lancia Benedusi al posto di Nobile. Ma la squadra regge e Guerci firma il 22 – 17 che chiude il primo parziale.
Nel secondo quarto rallenta l’azione del Riviera, mentre Vigevano si riporta sotto e con la bomba di Ghersini, che a metà parziale trova il pareggio 26 – 26. Trionfo ritrova il suo tiro da tre e firma poco dopo il 29 – 26, ma a 1′ 20″ dall’intervallo Palombita ruba palla e vola a schiacciare il nuovo pareggio 30 – 30.
Nel terzo quarto Politi con due tiri liberi porta in vantaggio Vigevano per la prima volta (32 – 34). Dopo due tempi in difficoltà davanti alla difesa vadese, Ghersetti trova la via del canestro e sigla il 32 – 39. Subito dopo Politi va in lunetta a capitalizzare due liberi (32 – 41). Il Riviera sembra accusare il blocco psicologico del terzo quarto: Bernardi conquista due liberi e accorcia le distanze (37 – 43), ma Chiragarula non sfrutta un contropiede favorito da Trionfo. A metà del terzo tempo, la rincorsa del Riviera continua con la tripla di Pagliari 40 – 43. Bianchi e Ghersetti, in rapida successione, però riportano gli ospiti a +9, e ancora Palombita mette a segno la tripla del 40 – 52. Trionfo e Bocchini provano a rimediare ma il tempo si chiude con Vigevano in vantaggio di nove punti (45 – 54). E i lombardi sanno gestire il bottino, aumentandolo.
L’ultima frazione si apre con la tripla di Ghedini (45 – 57). Il Riviera gioca ormai con il freno tirato, solo Bocchini tenta di uscire dalla crisi della seconda metà di gara: intercetta passaggio degli ospiti e vola in contropiede a schiacciare il 49 – 64. Ma ormai Vigevano è padrone del campo e può amministrare il vantaggio concedendosi agli applausi dei propri tifosi. Si chiude sul 64 – 75, pienamente meritato dalla Miroradici.
Per il Riviera è ancora tempo di analisi: “Stiamo facendo piccoli passi avanti” commenta a fine gara il coach vadese Crotti, “Non basta ancora per avere ragione di squadre ben attrezzate come Vigevano, ma bisogna avere pazienza. Oggi ho visto i giocatori scendere in campo mettendoci il cuore. Non abbandoniamo: l’obiettivo resta la salvezza, anche con i play-out”. “Non siamo in una buona situazione di classifica, commenta il nuovo acquisto Stefano Pagliari, “ma spero di poter dare il mio contributo per uscire dalla crisi. Il pubblico è molto bello, con il lavoro del gruppo e l’ambiente della società credo che potremo ottenere i punti necessari per rimetterci in una posizione di classifica meno difficile”.
Il tabellino:
Tirreno Power Vado Ligure – Miroradici Finance Vigevano 64 – 75
(Parziali: 22 – 17, 32 – 32, 45 – 54)
Tirreno Power Vado Ligure: Chiragarula 6, Benedusi, Trionfo 20, Bocchini 12, Moreno, Guerci 7, Nobile 4, Pagliari 8, Bernardi 7, Prandi ne. All.: Crotti.
Miroradici Finance Vigevano: Filattiera 6, Politi 8, Farina ne, Ghedini 12, Chiumenti 6, Ghersetti 13, Palombita 23, Saponi, Bianchi 7, Dalla Vecchia. All.: Steffè.
Arbitri: Pierantonio Riosa (Trieste) e Gianguido Vanni Degli Onesti (Corno di Rosazzo).
A rendere leggermente meno pesante la situazione del Tirreno Power sono arrivate le sconfitte delle dirette concorrenti Modena e Riva, che restano distanziate da due soli punti. Magra consolazione, dato che Asti è tornato al successo battendo il Lumezzane, agganciando il Riviera a quota 10 punti.
Venezia reduce da una cavalcata di dodici vittorie, iniziata il 25 novembre 2007 contro Modena, ha ceduto sul proprio pauqet a Casalpusterlengo, che veniva tre sconfitte consecutive. Al vertice si forma un terzetto, dato che Forlì sbriga con autorevolezza la pratica Riviera e aggancia anch’essa i veneti. Vittoria esterna anche per Castelletto, ora a 2 soli punti dalla vetta. Nella partita di sabato Ozzano ha avuto la meglio su Fidenza e torna a rincorrere i playoff.
I risultati del 19° turno:
Pentagruppo Ozzano – Santini Fulgor Fidenza 84 – 72
Paffoni Fulgor Omegna – Nobili Lago Maggiore Castelletto 84 – 86
Tubosider Asti – Sil Lumezzane 83 – 79
Umana Reyer Venezia – Assigeco Casalpusterlengo 78 – 80
Garda Cartiere Riva del Garda – VemSistemi Forlì 77 – 90
Tirreno Power Vado Ligure – Miroradici Finance Vigevano 64 – 75
Intertrasport Treviglio – Sati Trading Modena 79 – 73
La classifica a 7 giornate dal termine:
1° Umana Reyer Venezia 26
1° Assigeco Casalpusterlengo 26
1° Vemsistemi Libertas Forlì 26
4° Nobili Lago Maggiore Castelletto 24
5° Sil Lumezzane 22
6° Santini Fulgor Fidenza 20
6° Paffoni Fulgor Omegna 20
6° Intertrasport Treviglio 20
6° Miroradici Finance Vigevano 20
10° Pentagruppo Ozzano 18
11° Sati Trading Modena 12
11° Garda Cartiere Riva del Garda 12
13° Tirreno Power Vado Ligure 10
13° Tubosider Asti 10
Nella prossima giornata, il Riviera giocherà in trasferta nell’anticipo di sabato 1 marzo alle ore 18 contro la capolista Casalpusterlengo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fulviopoggi

    Che dire, ormai sono sempre i soliti commenti. Ieri sembrava di giocare in trasferta! Pubblico calorosissimo e trascinante quello del Vigevano, i soliti affezionati del Riviera, che perde pezzi ogni settimana. Il nuovo (Pagliari) non sembra male, ma se penso che Matalone nella prima partita di Asti segna 21 punti e la Tubosider batte Lumezzane, allora mi viene da pensare che il problema sia il manico. Mi piacerebbe vedere un altro coach anche perchè i miglioramenti che ha visto Crotti francamente io non li ho visti. Sarà un’impresa rimanere in B1, magari anche con i play out!!!! Dispiace vedere una squadra che avrebbe le possibilità per navigare tranquillamente a centro classifica, languire in fondo alla classifica senza grandi reazioni.