IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Pietra va in scena “Feltrinelli: una storia contro”

Più informazioni su

[thumb:5747:l]Pietra Ligure. Domani, mercoledì 27 febbraio, a Pietra Ligure, andrà in scena lo spettacolo “Feltrinelli: una storia contro”, scritto, diretto ed interpretato da Mauro Monni. La serata, inserita nella stagione teatrale promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pietra Ligure, è organizzata dall’Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con la Cooperativa Sociale I.So, nell’ambito del circuito teatrale La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona.
Il monologo racconta la storia italiana dal dopoguerra ai primi anni `70 vista attraverso gli occhi e l’impegno politico di Giangiacomo Feltrinelli, fondatore dell’omonima casa editrice.
Lo spettacolo ripercorre la nascita di capolavori come il “Dottor Zivago” e racconta di come sia stata avventurosa la sua pubblicazione; come Giangiacomo si avvicini alla realtà cubana quasi per caso, arrivando poi ad esserne coinvolto a tal punto da decidere di tentare la rivoluzione anche in Italia. Infine, rivivremo gli anni bui delle stragi di stato e degli anni di piombo fino al tragico epilogo di Piazza Fontana, alla conseguente clandestinità di Feltrinelli, accusato ingiustamente di esserne stato l’esecutore materiale, e alla sua ancor oggi misteriosa morte.
“Si tratta di un monologo teatrale – dice Mauro Monni – attraverso il quale si racconta l’Italia repubblicana vista da questa figura molto strana, particolare che fu Giangiacomo Feltrinelli. Sul palco ci sono io, c’è un musicista, Francesco Tenzoni, che m’accompagna, e poi sono proiettate delle immagini dell’Ungheria, quando racconto del 1956. Stessa cosa, quando parliamo di una serie di azioni dimostrative fatte dai gruppi rivoluzionari”.
“La storia di Feltrinelli è importante perché permette di capire come vivevano queste persone dal di dentro – aggiunge Monni – Non è un racconto di tutti gli eventi e delle stragi di Stato con la modalità propria dell’inchiesta giornalistica. Racconto tutto ciò attraverso gli occhi di Feltrinelli, una persona che viveva in modo molto passionale. Ciò permette di comprenderne le ragioni, di capire il perché di una data azione senza limitarsi a narrare l’azione stessa. Si va dentro le motivazioni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.