IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Comitato portuale: le richieste di Giacobbe sul progetto Maersk

Più informazioni su

[thumb:5148:l]Vado Ligure. E’ stato affrontato questa mattina in Comitato Portuale il tema della piattaforma contenitori, dopo il parere negativo al progetto espresso dai vadesi nella recente consultazione popolare. Alla presenza del presidente della Port Authority, Rino Canavese, del presidente della Provincia, Bertolotto, e dell’assessore regionale Carlo Ruggeri, il primo cittadino vadese Carlo Giacobbe ha letto un documento riportando le valutazioni politiche formulate nei giorni scorsi: ha ribadito in sostanza di non essere disponibile ad approvare l’attuale accordo di programma ed ha chiesto modifiche dettagliate all’accordo di programma che non ha ottenuto la fiducia dei cittadini di Vado. Di fronte agli enti locali presenti, Giacobbe ha letto un documento sulle questioni che bisogna approfondire e modificare e che può essere sintetizzato in cinque punti: ambiente (inquinamento atmosferico, acustico, acque e impatto visivo), occupazione, realizzazione degli interventi previsti nel masterplan sulla riqualificazione urbana e costiera, impegno di risorse della Regione Liguria per le infrastrutture di Vado ed infine garanzie sulle riconversione del parco carbone.
Non basta dunque l’esito del referendum, non vincolante, a fermare il procedimento amministrativo previsto dal Piano regolatore portuale. Ma la consultazione avrà come effetto la riscrittura dell’accordo di programma, per consentirne l’approvazione in consiglio comunale. Giacobbe ha appunto chiesto alle istituzioni garanzie e impegni scritti. In particolare su aspetti della tutela ambientale, della logistica e della viabilità. Dal canto suo Canavese si è riservato 15 giorni per trasmettere le richieste dell’amministrazione vasede a Maersk.
Il progetto del terminal contenitori va quindi avanti, soprattutto grazie all’accordo raggiunto tra il primo cittadino e Pietro Bovero, dello Sdi, che entrerà in giunta come assessore all’urbanistica. Una scelta politica che restituisce forza alla maggioranza, uscita sconfitta dai responsi della consultazione popolare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.