IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirreno Power Riviera da applausi: sconfitta Forlì

Più informazioni su

[thumb:4945:l]Quiliano. Prova d’orgoglio della Tirreno Power Riviera nella 1° giornata di ritorno del campionato di serie B d’Eccellenza. La squadra del presidente Roberto Drocchi supera d’autorità la vicecapolista VemSistemi Forlì per 79 a 74. Una partita quasi perfetta quella sfoderata dal quintetto allenato da Alessandro Crotti, nonostante l’assenza del play titolare Leva, infortunato. Anzi, forse proprio gli ultimi infortuni hanno dato maggior vigore alla squadra, alla quale è stato aggregato da due settimane il nuovo acquisto Daniel Chiragarula, arrivato da Treviglio.
Qualche azione di studio, poi Forlì entra nel vivo del gioco con Fattori, che firma il primo canestro del match. Sul rovesciamento di fronte è Trionfo a pareggiare subito dopo. Chiragarula si mostra già a suo agio nel palasport quilianese, nonostante sia la sua prima uscita davanti al pubblico biancorosso (il suo debutto è infatti avvenuto in trasferta, a Omegna). Quando Forlì tenta di allungare, il neo acquisto segna e subisce fallo accorciando le distanze su tiro libero (5 – 6).
Uno scontro di gioco mette ko il romagnolo Benfatto, che mostra un grosso bernoccolo alla fronte ed è costretto ad uscire (in ospedale sarà poi sottoposto ad una tac). Intanto ancora il play-guardia arrivato da Treviglio strappa applausi servendo un assist a Bernardi per arrivare 8 – 10. Ma Brigo allunga ancora il passo di Forlì (8 – 12) e Becerra da tre firma il 12 – 20. Negli ultimi 2′ scatta la reazione del Riviera, che riesce a ridurre il distacco fino al 21 – 25.
Nel secondo quarto gli ospiti allentano la pressione e la Tirreno Power comincia ad uscire dal suo guscio. La squadra di Crotti prende coraggio e riesce a portarsi avanti e ad affrontare gli avversari a testa alta. Avere di fronte la vicecapolista regala energie nuove a Guerci e compagni e la partita si rimette in perfetto equilibrio. Il ritmo del gioco è elevatissimo ed il pubblico mostra di apprezzare. Il parziale si chiude con una serie di colpi di scena: Nobile firma il 35 – 34 a 30″ dalla sirena ed è Trionfo a segnare infine il 37 – 35 con cui le due squadre tornano negli spogliatoi per l’intervallo lungo.
Nel terzo parziale Forlì tenta di riprendere in mano le redini della sfida, ma Nobile riporta in vantaggio il Riviera (41 – 39) e subisce anche fallo. Dopo il tiro libero i padroni di casa vanno sul 42 – 39. Trionfo con una conclusione da tre infiamma il pubblico (45 – 39) e costringe coach Garelli a chiedere un time-out. Il Riviera appare più tonico, mentre gli ospiti sembrano accusare la fatica. Quando Forlì cerca di avvicinarsi, è Guerci da tre a piazzare il tiro del 48 – 46. Poco dopo Nobile, lanciato dal contropiede di Bernardi, sigla il 50 – 46. Chiragarula segna sulla sirena il 53 – 52 con un tiro da tre. E i tifosi biancorossi vanno in delirio.
Nella quarta frazione bastano due canestri sbagliati del Riviera perché Forlì mostri tutta la sua pericolosità: Becerra va in lunetta e mette dentro due tiri liberi (55 – 58); ancora lui firma il 57 – 60 in contropiede. E’ allora che Crotti guarda i suoi e capisce che l’impresa si può tentare. Bocchini piazza due liberi e accorcia 59 – 60, Moreno da tre riporta in vantaggio il Riviera (64 – 62). Forlì accusa il colpo e il Riviera si fa sempre più intraprendente e spettacolare. Bocchini bissa la tripla del 67 – 62 a 2′ dalla fine; ancora Bocchini fa impazzire i tifosi con un’altra tripla (70 – 62) e il coach romagnolo Garelli deve chiedere un altro time-out.
Forlì si fa prendere dalla paura di perdere e, azzardando molto, sbaglia troppe conclusioni. Guerci ne approfitta portando il Riviera a +10 (72 – 62) ad un minuto dalla fine. Fattori da tre (73 – 71) lancia l’ultimo assalto degli ospiti, ma Forlì è in affanno ed è costretto a ricorrere al fallo sistematico. Lo show del Riviera continua con Bocchini con due liberi (75 – 71); Guerci acchiappa un rimbalzo a 19″ dalla fine e subisce fallo, va in lunetta e segna il 77 – 71. Ancora fallo della difesa di Forlì e Chiragarula torna in lunetta per arrotondare 79 – 71. Gli ospiti firmano l’ultimo canestro, ma ormai i due punti sono nella cassaforte del Riviera. Finisce tra gli applausi con la squadra unita a centrocampo a ringraziare il pubblico.
“Sono contento per l’intensità che la squadra ha mostrato contro un’avversaria molto tosta” commenta il coach Alessandro Crotti. “Dobbiamo ancora eliminare quel black-out che ci prende nel secondo quarto, ma poi i ragazzi hanno saputo reagire e vincere la partita d’autorità nel finale. Spero che il ritmo messo in campo oggi sia un buon viatico per le prossime partite, quando affronteremo in trasferta le dirette concorrenti per la salvezza e in casa le avversarie di alta classifica”.
Contentissimo dell’accoglienza Daniel Chiragarula: “Sono felice di questa vittoria, era importante ingranare subito nel gioco. Sono stato aiutato dal fatto di essermi subito integrato nella squadra e nella società, avevo già giocato con Bocchini, quindi non mi sono sentito spaesato. E poi il pubblico è spettacolare, mi ha già accolto benissimo. Spero ora di dare un contributo importante per andare avanti al meglio in campionato”.
Il tabellino:
Tirreno Power Vado Ligure – Vemsistemi Libertas Forlì 79 – 74
(Parziali: 21 – 25, 37 – 35, 53 – 52)
Tirreno Power Vado Ligure: Benedusi, Chiragarula 15, Trionfo 12, Bocchini 17, Moreno 5, Guerci 7, Prandi ne, Nobile 12, Matalone 6, Bernardi 5. All.: Alessandro Crotti.
Vemsistemi Libertas Forlì: Tassinari 10, Frassineti 2, Michelon 3, Brigo 6, Gergati ne, Moltedo 4, Benfatto 2, Becerra 18, Diavolio 11, Fattori 18. All.: Luigi Garelli.
Arbitri: Giovanni Auriemma (Napoli) e Giancarlo Borrelli (San Giorgio a Cremano).
La vittoria del Riviera non è stato l’unico risultato a sorpresa. Ci sono state altre 3 partite nelle quali si è imposta la squadra peggio piazzata in classifica. E non si tratta di sorprese di poco conto. Infatti le prime 3 della classe sono tutte cadute. Oltre a Forlì, anche Casalpusterlengo e Castelletto hanno perso un colpo.
I lodigiani si sono fatti sorprendere a Vigevano da una Miroradici in giornata di grazia. Il Lago Maggiore è stato superato a domicilio da Ozzano, compagine che comunque si è rafforzata rispetto all’inizio di stagione.
Secondo successo di fila per Riva del Garda che nel nuovo anno sembra rinata. I biancoazzurri hanno vinto a Treviglio, lasciando sull’ultimo gradino Asti e Modena. Quest’ultima è stata battuta dall’Omegna, mentre la Tubosider si è vista beffare in casa dal Venezia. Molto combattuta anche la partita di Lumezzane, dove i locali hanno avuto la meglio di 3 lunghezze sul Fidenza.
I risultati del 14° turno:
Tubosider Asti – Umana Reyer Venezia 70 – 72
Miroradici Finance Vigevano – Assigeco Casalpusterlengo 79 – 69
Tirreno Power Vado Ligure – Vemsistemi Libertas Forlì 79 – 74
Intertrasport Treviglio – Garda Cartiere Riva del Garda 74 – 79
Nobili Lago Maggiore Castelletto – Pentagruppo Ozzano 64 – 69
Paffoni Fulgor Omegna – Sati Trading Modena 86 – 72
Sil Lumezzane – Santini Fulgor Fidenza 79 – 76
In classifica l’unico distacco superiore ai 2 punti è quello tra la capolista e le inseguitrici. Per il resto è una lotta apertissima per ogni posizione:
1° Assigeco Casalpusterlengo 22
2° Vemsistemi Libertas Forlì 18
2° Nobili Lago Maggiore Castelletto 18
2° Sil Lumezzane 18
2° Paffoni Fulgor Omegna 18
2° Umana Reyer Venezia 18
7° Santini Fulgor Fidenza 14
7° Intertrasport Treviglio 14
7° Miroradici Finance Vigevano 14
10° Pentagruppo Ozzano 12
11° Tirreno Power Vado Ligure 10
12° Garda Cartiere Riva del Garda 8
13° Tubosider Asti 6
13° Sati Trading Modena 6
Nella prossima giornata la Tirreno Power Riviera scenderà in campo a Riva del Garda (domenica 27 gennaio, ore 18) per sfidare una delle dirette concorrenti per la salvezza. All’andata vinsero i vadesi 81 – 63.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.