IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rifiuti, Burlando al Governo: “prosegue dialogo con enti locali, sono fiducioso”

Più informazioni su

[thumb:4450:l]Regione. “Al governo abbiamo rappresentato ciò che stiamo facendo per far sì che anche dalla Liguria arrivi un piccolo ma importante segnale di solidarietà per aiutare la Campania sul fronte dell’emergenza rifiuti; l’assessore Fabio Morchio, da me delegato a occuparsi del problema con le Province sta facendo un buon lavoro. Per il momento non ci sono novità, ma ho ragioni per ritenere che nel giro di pochi giorni, forse lunedì, una risposta definitiva, e mi auguro positiva, possa arrivare”. Lo ha affermato il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, ricordando che “stiamo parlando di mille tonnellate di rifiuti che potrebbero essere destinate e suddivise fra una decina di discariche liguri , praticamente con camion al giorno in ogni discarica, in meno di una settimana si potrebbe risolvere il problema. Una quantità simbolica, francamente non mi pare si possa parlare di rischi”.
Dai possibili, diversi siti delle quattro province liguri , è però esclusa la discarica genovese di Scarpino. “Che in questi ultimi anni ha accolto già 25 mila tonnellate di rifiuti extra regione”, ha detto Burlando.
“L’impianto di Scarpino, a Genova, per le attuali condizioni di accessi e viabilità, non sarebbe in grado di far fronte a questo tipo di operazioni. Lo abbiamo detto anche al governo che ha condiviso le nostre decisioni. Proprio nell’ottobre scorso, Regione Liguria e lo stesso governo hanno siglato un accordo di programma di oltre 19 milioni di euro per la realizzazione della viabilità alternativa per rendere compatibile con l’ambiente il transito dei mezzi pesanti diretti alla discarica genovese. E il positivo percorso avviato con i cittadini di Borzoli poggia anche sull’impegno che, in attesa di una nuova viabilità, il sito di Scarpino debba essere riservato a rifiuti di sola provenienza genovese e ligure. Per gli altri attendiamo fino a lunedì, ma sono fiducioso”, ha affermato Burlando.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. ombra
    Scritto da ombra

    Il presidente si sente fiducioso per quello che sta facendo?
    Beato lui!

  2. Scritto da antonio gianetto

    Bei tempi quelli del Balilla, allora bastarono solo due parole per scatenare una rivolta popolare:
    ” Che linse ? ” per cacciare gli austriaci da Genova.
    Oggi un altro genovese grida ” V-Day! “per avere un parlamento nuovo.

  3. joeblack
    Scritto da joeblack

    In poche parole il presidente della regione Liguria si sta autocelebrando.
    Cerca, a tutti i costi, di convincere roma che lui NON IMPORRA’ la propria fiera volonta’ ma che con i dovuti SERMONI e le meno dovute PALLE, riuscira’ a fare FAGOCITARE ai Liguri l’UNICA COSA CHE NON SI FAGOCITA in Campania.
    Povero presidente, si dimentica che la Liguria e in Primis Genova hanno dettato legge nel Mediterraneo e non solo.
    Poi in casi completamente diversi Napoli ha avuto il suo eroe (sigh) Masaniello; Genova e la Liguria i propri tra i quali mi piace poter ricordare un certo Giovanni Battista Perasso, audace promotore di una rivolta nata a poche centinai di metri dal palazzo dove lei si BARCAMENA.
    Dove vuole arrivare?Altro che FALSA E IMPOSTA SOLIDARIETA’, qui per potersene lavare le mani lei si aspetta che un nuovo personaggio gridi nuovamente: ” CHE L’INSE?”.