IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, affondamento Haven: nuovi finanziamenti alla Riviera del Beigua

Regione. La Regione finanzia nuovi interventi di riqualificazione della fascia costiera ligure con i fondi Haven. Ammontano a un milione e 6.000 euro il residuo dei fondi del risarcimento ottenuto a seguito dell’affondamento della petroliera Haven che verranno utilizzati per interventi di valorizzazione nei Comuni interessati dall’affondamento del relitto. Le opere finanziate riguardano la riqualificazione ambientale dell’ex ferrovia nel Comune di Albisola Superiore, due lotti per una spesa complessiva di 168 mila euro, il ripascimento dell’arenile in località Piani di Celle a Celle Ligure per 166 mila euro, il primo lotto del parco naturalistico-ambientale nei Piani d’Invrea a Varazze, dove è prevista la realizzazione della pavimentazione e delle opere accessorie del percorso a partire da Baia del Corvo per un investimento di 168 mila euro. A questi primi interventi, che ammontano a 502 mila euro e partiranno subito, si aggiungeranno ulteriori opere già individuate dalla Regione in accordo con i Comuni tra cui il ripristino del molo S. Antonino ad Albisola Marina e la sua integrazione con la Passeggiata degli Artisti, il completamento del lungomare di Levante a Cogoleto e alcuni stralci del riassetto della costa relativamente all’waterfront di Arenzano, per ulteriori 504 mila euro.
“Questi nuovi interventi definiti di concerto con gli enti locali – spiega l’assessore regionale all’Ambinte, Franco Zunino – consentiranno un’ulteriore valorizzazione turistico-ambientale dell’intero comprensorio della riviera del Beigua”. Con questi ultimi finanziamenti arrivano così a quota 24 milioni 626.551 euro il totale delle risorse destinate, quale quota di risarcimento, ai progetti per la riqualificazione della costa e la difesa del litorale presentati dagli enti locali interessati dall’affondamento della petroliera Haven, avvenuto il 14 aprile 1991 al largo di Arenzano durante il quale 144mila tonnellate di greggio in parte andarono a fuoco e in parte vennero sversate in mare e sulla costa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.