IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piano sanitario: a Genova anche il PCL per la manifestazione organizzata dalla RSU del Santa Corona

Più informazioni su

Genova. Parteciperà anche la sezione savonese Bruno Luppi del neo-nato Partito Comunista dei Lavoratori (PCL) alla manifestazione organizzata dalla Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) del Santa Corona che si terrà questa mattina a Genova davanti al Palazzo della Regione quando il Consiglio si riunirà in seduta straordinaria alle 10 per discutere la mozione presentata dai 12 consiglieri di minoranza dei partiti di centro destra (Nicola Abbundo, Sandro Biasotti, Francesco Bruzzone, Gino Garibaldi, Giovanni Macchiavello, Luigi Morgillo, Franco Orsi, Vincenzo Plinio, Franco Rocca, Matteo Rosso, Gabriele Saldo e Alessio Saso) per chiedere il ritiro della molto contestata, soprattutto nella provincia di Savona, Proposta di legge numero 154, “Approvazione dello stralcio del piano sociosanitario relativo alla rete di cura ed assistenza. Accorpamento e nuova definizione territoriale di alcune aziende sanitarie”.
La mobilitazione della RSU del nosocomio pietrese è dovuta alla modifica dello status di azienda ospedaliera previsto dal nuovo piano sociosanitario regionale che, se approvato definitivamente nella sua attuale formulazione, “comporterà – sostengono i sindacati – un sensibile mutamento del ruolo dell’ospedale Santa Corona e la perdita di posti di lavoro nell’area finalese o al massimo una mobilità del personale verso altre sedi di lavoro”. “Pur riconoscendo che è una protesta con un obiettivo parziale”, puntualizza in una nota il portavoce savonese Giorgio Magni, il PCL sarà a Genova a manifestare; “Per il Partito Comunista dei Lavoratori – prosegue Magni -, tutto il piano di riordino della rete ospedaliera andrebbe ritirato e riscritto in quanto in pratica tende ad affossare la sanità pubblica, penalizza i cittadini e i lavoratori della sanità, consente posizioni di potere difficilmente contrastabili, non tiene conto delle esigenze dei territori. Siamo per una saldatura dello scontento regionale e continueremo a manifestare in tal senso”. “La situazione dell’iter del piano di riordino della rete ospedaliera – conclude polemicamente il portavoce savonese del Partito Comunista dei Lavoratori – è una fotografia, pur in formato ridotto, delle discrasie e dei contrasti di una classe dirigente che anche all’interno delle formazioni politiche di destra e di sinistra non riesce a trovare la via di scelte politiche giuste, non penalizzanti i lavoratori e i cittadini, in balia delle lotte di potere delle varie lobbies di speculatori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.