IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Malato morto nell’incidente dell’ambulanza: aperta un’inchiesta foto

Più informazioni su

[thumb:5018:r:t=Antonino Pangallo]Spotorno. La direzione della Croce Azzurra di Vallecrosia ha avviato un’inchiesta amministrativa sull’incidente avvenuto sabato scorso sull’Autofiori, poco lontano dal casello di Spotorno, in cui è morto Antonino Pangallo, 35 anni, di Ventimiglia. Il giovane veniva trasportato da un’ambulanza a Genova per un trapianto di fegato e sedeva assieme alla sua convivente sul sedile posteriore del veicolo sanitario – una Fiat Marea – della pubblica assistenza.
Per cause tuttora in fase di accertamento, ma molto probabilmente legate all’asfalto reso viscido dalla pioggia, il conducente, Paolo Serena, ha perso il controllo e il veicolo è andato a sbattere contro il guardrail lungo il viadotto spotornese “Cravetto”. Antonino Pangallo è stato proiettato fuori dal portellone posteriore ed è morto sul colpo. Ferite più lievi per la sua convivente e i due volontari.
“A noi risulta che l’automobile è slittata a causa dell’asfalto bagnato – spiega il presidente della Croce Azzurra, Gianfranco Musimeci – Siamo tutti choc e vicini ai familiari della vittima”.
Il direttivo della Croce Azzurra di Vallecrosia si è riunito per nominare un legale, mentre l’auto usata per il trasporto del malato è sotto sequestro. L’autista del mezzo di soccorso è ora indagato dalla magistratura savonese per omicidio colposo. Ad aprire l’inchiesta è stato il sostituto procuratore Danilo Ceccarelli sulla base dei primi riscontri della polizia stradale.

[image:5017:c:s=1:Immagine dell’incidente]

[image:5016:c:s=1:Immagine dell’incidente]

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vespa

    Condivido solo la prima parte dell’ultima riga di ” The Gecko” per il resto (chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto, scordiamoci il passato e non ci pensiamo più) non mi convince c’è un’inchiesta in corso e si vedrà.
    Solidarietà a chi guidava solo se sarà accertato un comportamento responsabile!!

  2. The Gecko
    Scritto da The Gecko

    Le cause possono essere molteplici e non necessariamente legate all’alta velocità. In questo caso, visto il punto dove è avvenuto l’incidente, non escluderei la presenza di un’altro veicolo. Quella curva è insidiosa a partire da un centinaio di metri più avanti di dove risulta essere l’autovettura nella foto.
    Comunque, condoglianze alla famiglia del ragazzo e solidarietà a chi era alla guida

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Stavo per scrivere lo stesso identico concetto espresso da vespa.

  4. Scritto da vespa

    Il trasporto di un paziente che deve essere sottoposto ad un trapianto non deve essere necessariamente ultrarapido, se così fosse farebbero sempre intervenire l’elicottero.
    A volte purtroppo vi è un malinteso senso dell’urgenza da parte di certi autisti di ambulanza che prediligono la velocità all’accuratezza della guida.