IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lavoro, dal primo marzo assunzioni e licenziamenti via web

Più informazioni su

Provincia. Nuove e più semplici modalità di rapporto tra Aziende e Provincia sui temi del lavoro. Dal 1° marzo assunzioni, licenziamenti e modifiche contrattuali potranno essere infatti comunicate in via telematica.
In base al D.M del 30 ottobre 2007 a partire dal 1° marzo i datori di lavoro pubblici e privati non dovranno più recarsi di persona (o mandare un loro delegato) presso i Centri per l’Impiego della Provincia di Savona per comunicare le variazioni contrattuali relative ai lavoratori impiegati nelle aziende stesse.
Dal 1° marzo 2008 sarà non solo possibile, ma anche obbligatorio, effettuare le comunicazioni direttamente tramite internet su un sito dedicato creato appositamente da regone Liguria. (ulteriori dettagli al link www.regione.liguria.it/co/ ).
Dal momento che verranno trattati dati personali, l’accesso sarà in modalità sicura e regolato mediante codice identificativo e password d’accesso.
Per ricevere questo codice e password è necessario accreditarsi presso la Provincia di Savona: per questo il Settore Politiche Attive del Lavoro della Provincia di Savona invita i datori di lavoro pubblici e privati o i loro delegati a mettersi in contatto telefonicamente o via e-mail con il centro per l’Impiego competente territorialmente per prendere un appuntamento al fine di effettuare le procedure di accreditamento (ovvero la consegna di consegna di ID e password) che consentiranno l’invio telematico delle comunicazioni.
Per comodità riportiamo i numeri telefonici dei tre Centri per l’Impiego:
Savona: 019/8313700 – e-mail c.pelasco@provincia.savona.it ; c.caruggi@provincia.savona.it
Carcare: 019/510806 – e-mail ci_carcare@provincia.savona.it
Albenga: 0182/544358 – e-mail ci_albenga@provincia.savona.it
Per informazioni è possibile visitare il sito www.provincia.savona.it alla voce “formazione e lavoro”
Per evitare una inutile “corsa all’accreditamento” la Provincia ricorda che non vi è un termine di scadenza per l’accreditamento stesso: “la cosa importante è che l’accreditamento venga fatto prima di eventuali comunicazioni di apertura, cessazione o variazione del rapporto di lavoro: per questa ragione i datori di lavoro che non hanno urgenza di effettuare variazioni di contratto, come di assumere o licenziare, possono effettuare l’accreditamento con tutta calma e quando sarà loro necessario”, si legge in una nota.
“Credo che questo decreto giunga a risolvere un problema che sia gli Enti pubblici che le aziende avevano da diverso tempo – sottolinea l’assessore provinciale Maria Teresa Ferrando -. Da anni ormai, sia i nostri Centri per l’Ipiego che i datori di lavoro sarebbero stati in grado di eleminare tutti i documenti cartacei relativi alle comunicazioni di variazioni contrattuali, ma non esisteva la piattaforma, il software, il modello attraverso cui farlo. Oggi siamo in grado di togliere a noi ed alle aziende una mole di lavoro inutile e motagne di carta inutili: dal 1° marzo il datore di lavoro non dovrà più venire presso il Centro per l’Impiego o mandare un suo delegato per comunicarci variazioni contrattuali, ma una volta accreditato, potrà farlo direttamente dall’ufficio con un notevole risparmio di tempo e di costi per i privati ed anche per gli uffici pubblici che potranno dedicarsi maggiormente alle cose più impiortanti a tutto vantaggio dei cittadini. Per avere un’idea del risparmio di tempo e denaro basta pensare che ogni anno vengono comunicate oltre 18.000 variazioni contrattuali. Voglio ribadire che non c’è urgenza per accreditarsi se non si devono comunicare variazioni contrattuali: i primi saranno certo coloro che hanno una mole di comunicazioni sui contratti notevole. Chi non ha necessità di comunicare variazioni nell’immediato potrà prendere un appuntamento e ricevere la sua password di accesso ben dopo il 1° marzo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.