IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lattanzi (Cna Fita): “La circolazione deve essere garantita anche ai TIR”

Più informazioni su

[thumb:4923:l]”Ancora una volta si assiste all’ assurdo blocco della circolazione Tir sulle Autostrade liguri per neve. Questa situazione è inaccettabile considerando che sulle tratte autostradali delle altre Regioni italiane dove tra l’altro è stato ed è maggiore l’intensità delle nevicate il transito dei Tir viene comunque garantito”. Lo afferma Gino Angelo Lattanzi, responsabile ligure di Cna Fita.
“Posso comprendere che le ordinanze delle Prefetture di Genova e Savona sono volte a prevenzione e sicurezza – ha aggiunto Lattanzi – ma nel contempo così facendo si sollevano dalle responsabilità le società concessionarie delle reti Autostradali a garantire il transito veicoli e alle merci”.
Secondo il responsabile della Fita Cna “bene farebbero le Prefetture a controllare le società concessionarie delle Autostrade affinché abbiano sufficienti ed idonei mezzi e personale per far fronte alle nevicate. Di questa situazione ho chiesto comunque al responsabile nazionale della Cna Fita Maurizio Longo di attivarsi nei confronti dei ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti”. Lattanzi evidenzia infine il fatto che “a bordo dei camion ci sono persone che in questi casi restano senza assistenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gianni Rosa

    Quando alla fine del 2002 i benetton riuscirono a ” rubarsi ” le autostrade il titolo a guadagnato in quasi 3 anni oltre il 200% nonostante la famiglia benetton non avesse investito un solo centesimo per acquistarle.
    tutto questo perchè loro consigliati dai loro manager hanno chiesto un prestito alle banche per acquisire le autostrade poi dopo essere diventati i padroni hanno scaricato i loro debiti su autostrade ( circa 7 miliardi di euro ) facendoli pagare a noi che usufruiamo dei loro servigi.
    inoltre hanno avuto anche la brillante idea di non stanziare più soldi per investire in nuove infrastrutture ( e l’italia ne avrebbe veramente bisogno ) facendo fare gli investimenti allo stato con le ” grandi opere ” ( che paghiamo di nuovo noi ).
    la società continua a sfornare utili a non finire ma le quotazioni del titolo sono molto volatili perchè l’andamento di autostrade è influenzato da autogrill altra società della galassia benetton che per le leggi antitrust non potrebbero essere entrambi in mano ai benetton ( ma loro se ne infischiano e continuano a rubare sui pedaggi e a venderci “la rustichella” sempre più cara alla faccia di tutti ).

  2. Scritto da Sergio Tommasi

    Il fatto che la circolazione venga vietata ai TIR non deve essere considerata “inacettabile” dato che nel 90% dei casi la causa dei blocchi stradali è loro. Le mie considerazioni derivano dall’esperienza di strada e non da ideologie varie. Purtroppo oggigiorno assistiamo ad un decadimento totale della qualità di quasi tutti i servizi e delle professionalità e così ci troviamo di fronte a strade mal pulite (e mal manutenzionate, aggiungerei) oltrechè ad autisti di TIR che se ne infischiano dei problemi che possono causare e si infilano in situazioni assurde. Io capisco le necessità di lavorare di tutti…ma anche io vorrei essere tra coloro che possono raggiungere il posto di lavoro senza rimanere ore ad aspettare che qualcuno tragga d’impaccio i TIR di traverso alla prima salita. Un pò di rispetto per il resto del mondo non farebbe affatto schifo. Nel contempo mi piacerebbe anche gli enti preposti facessero eseguire correttamente i lavori di sgombero neve dalle società appaltatrici punendo severamente chi non si attiene alle regole…ma questo è un altro interessante vespaio…..

  3. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Posso ? Mi sto chiedendo se in tutti questi anni ci sia tato progresso o regresso nei trasporti. E’ nevicato , si . ma .. sono venuti dai 10 ai 30 cm di neve e non una tormenta siberiana. Oggi con ABS, GPS, multiqui e multila sembra impossibile andare per strada se non c’è sole e non tira vento. A Savona c’era un detto per il quale se nevicava sull’isola di Bergeggi sarebbe nevicato altre sette volte. Scaramantico ma dice anche che la neve in Riviera non è una novità, personalmente ricordo le battaglie a palle di neve ( e non poca ). Posso capire che chi ha preso un SUV per andare a prendere il bimbo all’Asilo possa avere dei problemi ma ci sono anche persone , ne conosco parecchie , che con il loro Pandino e non 4 x 4 , vanno tranquillamente a condizione che la strada sia sufficientemente pulita. Forse il divieto nasce dal fatto , emerso nello sciopero dei TIR , che spesso alla guida ci sono persone non del tutto idonee a certe situazioni, giovani Rumeni e altro che non hanno molta esperienza. Di certo è che le Autostrade devono garantire il traffico ( non solo non sono Gratis ma si paga un Pedaggio non da poco ) e non credo che in questi giorni ci sia stata una situazione anomala o di gravità tale da chiuderle al traffico dei mezzi pesanti, verificato che abbiano catene e altro , montate !! e non da montare dopo che si sono impantanati , cosa che capita sovente.