IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’ospedale Santa Corona alle prese con l’emergenza influenza

Più informazioni su

[thumb:4941:l]Pietra Ligure. Anche quest’anno si ripropone il problema dell’epidemia influenzale e per meglio affrontare una probabile carenza logistica, l’ospedale Santa Corona ha deciso di attuare un piano operativo specifico. Aumentano infatti i ricoveri e le richieste d’assistenza al pronto soccorso di Pietra Ligure, a causa soprattutto dalla sindrome influenzale che solo nei primi giorni di gennaio ha costretto a letto 800 mila italiani. Era stato preannunciato: verso la fine di gennaio l’influenza toccherà il picco, ma è più che raddoppiato il numero di persone costrette a letto dalla malattia.
I più colpiti sono i bambini al di sotto dei 4 anni e sono proprio gli ospedali pediatrici a registrare un quasi tutto esaurito. Richieste di ricoveri che si risolvono spesso con una visita e l’immediata dimissione. Mentre il virus della “Pacifica” si sta sviluppando, sta invece rallentando la “simil-influenza”, con sintomi per lo più gastroenterici, che si era diffusa durante le feste ed i primi giorni dell’anno.
All’ospedale Santa Corona il personale è in piena attività per fronteggiare al meglio il consueto iper-afflusso di pazienti legati a questa tipica patologia stagionale. La direzione sanitaria del nosocomio pietrese ha infatti predisposto uno specifico piano operativo, simile a quello messo in atto nel 2007.
Il picco di richieste verrà fronteggiato attraverso una riorganizzazione delle risorse logistiche attualmente a disposizione della Struttura di Medicina Interna: in caso di necessità, 8 posti letto di altri reparti verranno “concessi in prestito”, per curare i pazienti affetti dalle complicanze derivanti dal contagio influenzale. Per far fronte ad eventuali carenze ulteriori, saranno utilizzate anche le risorse del pronto soccorso.
Spiega il dott. Alberto Artom, direttore della S.C. di Medicina Interna del Santa Corona: “L’andamento stagionale dell’influenza non è sempre lo stesso ogni anno e dipende in larga misura dalle condizioni climatiche. Resta importantissima la vaccinoprofilassi, i cui vantaggi, in particolare negli anziani e comunque nei soggetti più deboli ed a rischio sono stati ulteriormente confermati da una ricerca pubblicata nel mese di ottobre 2007 sulla più importante e rigorosa rivista scientifica medica, cioè il New England Journal of Medicine”.
“Il nostro obiettivo – aggiunge la direzione sanitaria – è essere preparati per fronteggiare al meglio l’ emergenza da iperafflusso di pazienti in ospedale, in modo tale che l’utenza e la popolazione abbiano meno disagi possibili. La campagna di vaccinazione, attuata anche quest’anno con la collaborazione dei Medici di base e sempre più estesa, dovrebbe comunque continuare a limitare il numero dei soggetti contagiati dalla malattia. Fortunatamente, da alcuni anni non siamo più nelle difficili condizioni in cui ci siamo trovati in passato, quando non era ancora diffusa la vaccinoprofilassi anti-influenzale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.