IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frana a Capo Noli: sgravio pedaggio autostradale possibile solo con intervento enti

Più informazioni su

[thumb:5140:l]Noli. L’interruzione della via Aurelia a Capo Noli, causata dalla frana che ha spezzato in due la viabilità fra i territori finalese e savonese, continua a creare disagi agli automobilisti, di fatto costretti a ricorrere all’autostrada, visto che la via alternativa delle Manie risulta disagevole. Il sindaco di Loano e coordinatore provinciale di Forza Italia, Angelo Vaccarezza, ha chiesto ai vertici dell’Autofiori uno sgravio al pedaggio per il tratto dal casello di Spotorno a quello di Finale e viceversa, fino al ripristino della viabilità sull’Aurelia. Ma proprio oggi l’amministratore delegato dell’Autostrada dei Fiori Spa, Alfredo Borchi, ha risposto picche ed ha rimbalzato la questione agli enti istituzionali.
“Le concessionarie autostradali hanno il dovere di riscuotere i pedaggi comprensivi di sovrapprezzi e di Iva da versare allo Stato. Eventuali esenzioni non espressamente autorizzate configurano un’elusione fiscale. Per tale motivo non mi è possibile accogliere la sua richiesta” ha scritto Borchi in un telegramma indirizzato al primo cittadino loanese. Sempre nel telegramma un suggerimento: “Il transito esente potrebbe, previo accordi, essere applicato qualora l’onere del pedaggio venga interamente sostenuto dalle amministrazioni locali interessate: Provincia e Comuni”.
Vaccarezza si è dunque premurato di inoltrare il testo della risposta ricevuta al presidente della Provincia, Marco Bertolotto, e all’assessore ai trasporti, Pier Luigi Pesce, con l’invito di farsi carico, in quanto ente responsabile della viabilità provinciale, di quanto espresso dall’Autostrada dei Fiori.
“Ritengo doveroso – dice Vaccarezza – per l’amministrazione provinciale provvedere in merito assumendo per una volta un’iniziativa che vede reinvestire a favore dei cittadini i fondi che vengo dagli stessi versati per la tutela del loro territorio. Invito pertanto il presidente della Provincia e l’assessore a prendere contatti con il dott. Alfredo Borchi per manifestare la disponibilità alla copertura della spesa. E’ il caso che l’amministrazione provinciale metta mano al portafoglio per rispondere di un disagio che sono costretti a subire i cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.