IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ferrania, sindacati pronti allo sciopero

Più informazioni su

[thumb:4639:l]Cairo M. Anche il segretario provinciale della Uilcem di Savona Pino Congiu è concorde con la proposta della Cgil di uno sciopero generale dei lavoratori in Provincia sulla vicenda Ferrania. E’ stato il segretario generale Filcem Cgil, Fulvio Berruti, a lanciare la possibilità di una mobilitazione generale dei lavoratori se dalla riunione del 15 gennaio a Roma, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, non ci saranno garanzie sul rilancio dell’azienda e sui progetti industriali presentati nel corso delle precedenti riunioni.
“La questione di Ferrania è legata all’intero sviluppo economico del territorio provinciale e riguarda non solo direttamente i lavoratori di Ferrania ma dell’intera Provincia. Pensiamo solo al progetto del laminatoio, per il quale è previsto un nuovo flusso di lavoro per la portualità e i trasporti ferroviari dal porto verso la Val Bormida. Senza contare il progetto della Regione Liguria del nuovo polo tecnologico della Val Bormida che dovrà sorgere nel centro ricerca di Ferrania”, afferma Pino Congiu.
“Quello che è certo – prosegue Congiu – è che i lavoratori hanno già pagato abbastanza la fase di stallo con una dura cassa integrazione e se dal vertice del prossimo 15 gennaio non arriveranno risposte concrete questa volta credo che tutti i sindacati, e non solo quelli di categoria, saranno pronti ad una protesta molto forte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Condivido pienamente la posizione di Pino Congiu. L’analisi dei problemi e delle possibili soluzioni sono quelle esposte e sono punti fondamentali per il rilancio dell’economia e del lavoro in Provincia. Dispiace che le varie Amministrazioni siano sempre pronte e disponbili per interventi edilizi o di porticcioli e altre aminità del genere e si debba ricorrere alle azioni come lo sciopero per ricordare la presenza di problemi che forse non meritano attenzione perchè di scarso contenuto di immagine culturalturistica. Il porto di Savona che , insieme all’Italsider , alla Scarpa Magnano ,alla Brown Boveri e altre aziende hanno , ricordiamolo , sfamato e fatto crescere Savona, avrebbe con il laminatoio un incremento di traffico mercantile e che creerebbe posti di lavoro che quella Crocieristica nemmeno si sogna. Si deve anche tener conto , a mio avviso , che la Val Bormida non offre attrative tuirstiche di alto livello , sentieri , percorsi a cavallo , agriturismo, siti medioevali o altro sono di fatto inesistenti e la soluzione , al momento , è quella di proseguire nell’Industria che adesso può essere compatibile con l’ambiente.