IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ad Albenga nasce il Wine-Taxi: rientri sicuri dopo una serata conviviale

Più informazioni su

Albenga. Uscire a cena senza correre il rischio di essere fermati per guida in stato di ebbrezza e di rappresentare un eventuale pericolo per sé e per gli altri. Questa l’iniziativa dell’azienda agricola Sartori, che propone agli ospiti del suo “Wine bar La Torre Saracena” il servizio taxi (minimo quattro persone), per un raggio di 20 chilometri.
Un progetto ha come principio fondamentale quello di cambiare la mentalità del “dover prendere per forza la macchina” per spostarsi; formula questa che è già applicata all’estero (Inghilterra e Germania) con grande successo.
Un’iniziativa di interesse comune, soprattutto in un momento storico come il nostro, dove le stragi per ubriachezza sono quasi all’ordine del giorno e che coinvolgono principalmente i giovani. Per cercare di debellare questa piaga, sono nati altri progetti simili a quello proposto dall’azienda Sartori, come “Disco-Taxi”, una formula proposta dalla Regione, sostenuta dal consigliere Roberta Gasco, per i locali notturni della provincia di Savona.
Un tema, quindi, di grande attualità, che finalmente vede anche l’interesse degli stessi ristoratori e dei locali che somministrano bevande alcoliche, che cercano di andare incontro alle esigenze dei clienti, assicurandogli di passare una serata in compagnia senza correre rischi.
Inoltre, nell’ambito del “Piano Nazionale anti-alcool”, che terminerà nel 2009, la Provincia di Savona si è attivata, già nella primavera scorsa, con numerose iniziative e con una massiccia campagna denominata “Non farti consumare dall’alcool”, realizzata dall’Assessorato delle politiche sociali e giovanili in collaborazione con l’ASL 2.
“Speriamo che la nostra iniziativa possa essere adottata anche da altri ristoratori e da altri locali e che rinforzi il senso di responsabilità civile, come è accaduto con la legge Sirchia, che vieta il fumo nei locali pubblici, subito criticata, ma entrata facilmente nella quotidianità di tutti gli italiani”, dichiara Bianca Sartori, proprietaria del “Wine bar La Torre Saracena”.
“Questa iniziativa è un segnale positivo di civiltà”, dichiara il sindaco Tabbò, “bisogna entrare in un’ottica diversa riguardo l’uso dell’automobile. Sicuramente testerò il servizio taxi messo a disposizione dal wine bar”.
Durante l’incontro è intervenuta anche la dottoressa Francesca Romani, direttore del Dipartimento per le Dipendenze della Azienda Sanitaria Locale: “E’ importante una collaborazione che unisca le varie istituzioni per creare una rete di iniziative come queste. L’ASL2, già quest’estate, ha presenziato nelle maggiori manifestazioni e sagre con il test facoltativo dell’etilometro, per sensibilizzare le persone e avvicinarle alla consapevolezza dei rischi legati all’abusi di alcol. Usare il taxi è un’ottima alternativa da sostenere”.
Hanno partecipato alla conferenza stampa: il sindaco di Albenga, Antonello Tabbò, il capitano Sandro Colongo, comandante della compagnia dei carabinieri di Albenga, il comandante Pino Fusco della Polizia Stradale, il dottor Giampiero Storti e la dottoressa Francesca Romani della ASL2 e la cooperativa tassisti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.