IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Comitato portuale su Maersk: i commenti di Canavese e Bertolotto

Più informazioni su

[thumb:4970:l]Savona. Dopo la scongiurata crisi politica a Vado Ligure per il dopo voto-Maersk con l’accordo raggiunto tra il sindaco Giacobbe e il socialista Pietro Bovero, questa mattina il primo cittadino vadese ha illustrato in sede di comitato portuale le richieste dell’amministrazione in merito alle modifiche da apportare all’accordo di programma sulla piattaforma contenitori.
Ecco i commenti raccolti da IVG.it del Presidente della Provincia Marco Bertolotto e del Presidente della Port Authority di Savona-Vado Rino Canavese.
“Possiamo dire che andiamo avanti con il progetto – ha dichiarato il Presidente della Provincia Marco Bertolotto uscendo da comitato portuale -, credo che più che miglioramenti al progetto servono maggiori e più chiare spiegazioni ai cittadini vadesi, sia sull’impatto ambientale quanto sull’occupazione e la riqualificazione urbana e costiera…C’è un impegno diretto di tutti gli enti coinvolti nell’accordo di programma, quindi non si può abbandonare adesso che siamo in dirittura d’arrivo, faremo quei miglioramenti che bisognerà fare e andremo avanti…”.
E il presidente della Port Authority Cristoforo Canavese ha spiegato: “Abbiamo fatto il punto della situazione, ritengo che ci siano tutte le condizioni per apportare eventuali migliorie su ambiente, occupazione e urbanistica come chiedono i vadesi…Resta il contesto in cui si è maturato l’esito della consultazione: c’è chi ha messo in giro voci di problemi per sostanze radioattive o nocive, quasi come se la piattaforma avesse dirette conseguenze sulla salute, come Autorità Portuale faremo approfondimenti e nel caso faremo anche una denuncia formale alle autorità competenti per procurato allarme: è chairo che è stata fatta una operazione per spaventare i cittadini vadesi. Si è creato una passaparola ben orchestrato per giocare sulle paure della gente…”.
E sui futuri passaggi per l’iter progettuale: “Stiamo lavorando ai cambiamenti da presentare, il 15 febbraio è stato convocato il comitato portuale che drovrà prendere le decisioni finali sul progetto – ha detto Canavese -. Dobbiamo rispettare gli impegni presi con Maersk, un azienda alla quale viene da tutti riconosciuta la massima attenzione all’ambiente nella gestione dei loro terminal. Con Regione e Provincia abbiamo concordato di andare avanti, così come ci chiedono anche i sindacati e le organizzazioni economiche di categoria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da milena d

    sig, Morettus

    e’ proprio valutando i pro e i contro e le prospettive ambientali e occupazionali, credo, che i cittadini vadesi si sono espressi con tanta chiarezza e responsabilita’.

    I comitati del NO a priori esistono ormai solo nelle fantasie e nella propaganda degli speculatori. In realta’, sono proprio loro che propongono slogan e dichiarazioni di principio e dati dubbi e privi di contraddittorio.

    Dall’altra parte, da quella di chi ha a cuore il territorio, e il futuro, e certo anche il lavoro, si’, ma la sostenbiliita’, si va in cerca di dati ed elementi certi, di solito.

    Le alternative esistono, e sono diversificate e ben documentate, ma purtroppo hanno pochissima visibilita’ e appoggio in confronto ai megaprogetti, e inoltre, essendo il piu’ delle volte in alternativa e incompatibili con essi, e muovendo interessi e capitali minori, vengono ulteriormente boicottate.

  2. Scritto da antonio gianetto

    Ho saputo che, giorni addietro, in regione è stata presentata un’ interpellanza sulla centrale di Vado per:
    “” l’effetto fortemente inquinante delle emissioni provenienti dalla detta centrale, estremamente dannose per la salute della popolazione residente e per l’ambiente. “””
    Dopo tanti silenzi, speriamo di avere informazioni certe, sullo stato di salute del nostro territorio.

  3. Scritto da Morettus

    Il comitato del “NO!” va molto di moda di questi tempi, ma esistono da parte dello schieramento contro la piattaforma Maersk valide alternative in termini di sviluppo futuro, di nuovi posti di lavoro?
    Siamo tutti d’accordo che non è bello avere più camion in giro, e i container davanti agli occhi, ma bisogna pensare anche a dare un futuro lavorativo ai giovani.
    Quindi, se esistono valide alternative ben vengano, ma bisogna riflettere attentamente sull’opportunità che si stà profilando, ovvero una partnership con Maersk, leader mondiale della movimentazione container, che può rilanciare l’economia della zona e creare enormi opportunità di sviluppo

  4. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    ERRATA CORRIGE
    parlando con amici ne ho sentito parlare leggesi PARLANDO CON AMICI NON NE HO SENTITO PARLARE

  5. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Come si fa commentare queste dichiarazioni ? La dichiarazione dell’Autorità Portuale del ricorso alla Magistratura è pesante e da vedere che seguito avrà anche perchè il Falso Allarme può essere visto specularmente. In nessun commento sul Web è mai apparso il problema di Containers radioattivi o altro e nemmeno , parlando con amici ne ho sentito parlare, ma se è stato dichiarato ci saranno prove e documentazioni. Mi chiedo il perchè spendere tante parole quando basta la frase : Dobbiamo rispettare gli impegni presi con Maersk. Punto. Hanno deciso e la consultazione era solo una manfrina che andava bene se vinceva il SI. Avete presente lo spoot : Vi piace vincere facile !!! Lo avevo detto che il Questionario con tutte quelle possibili risposte , a favore , era un mezzo per avere una uscita di sicurezza. Certo è che prendere l’aperitivo al Baguttino con davanti i Containers sarà deprimente. AVANTI SAVOIA !!!