IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Atteggiamento troppo rigido dei vigili urbani di Savona

Più informazioni su

Quanto è successo il 7 gennaio, di fronte alle scuole elementari Cristoforo Colombo di Savona, vicino al duomo, mi sembra veramente strano e poco improntato al buon senso.
Lunedì (mercato, saldi e quant’altro) ore 16,10, due agenti della polizia municipale di Savona, sono transitati davanti alle scuole elementari Cristoforo Colombo, Via Caboto Savona, e hanno contribuito a risanare le casse del comune di Savona facendo senza nessun riguardo la contravvenzione per divieto di sosta a tutti coloro che per andare a prendere i bambini si sono fermati lungo il bordo della strada con due ruote sul marciapiede. Visto che si tratta di scuole elementari quindi i bambini non hanno, o non dovrebbero avere, più di 10 anni e visti i tempi che corriamo, freddo, gelo e nomadi che spesso si aggirano attorno alle scuole, mi sembra opportuno che le mamme possano sostare 5 – 10 minuti di fronte all’uscita della scuola, unicamente per attendere i propri bimbi.
Sono consapevole del fatto che non sia corretto lasciare la macchina così, cosi’ a molti ignari genitori e’ toccato pagare 74 euro (140 mila vecchie lire) di multa che non sono assolutamente poche, ma la cosa che urta di più è che in questo caso non ci sia stata un minimo di tolleranza umana soprattutto di fronte ad una scuola elementare, quando a Savona regna la doppia fila e i parcheggi selvaggi anche per andare a comprare il pane, quando al mattino è tutto intasato (vedi via Boselli) sempre con le macchine in doppia fila e i vigili urbani spesso non vedono. Un operatore scolastico, mi sembra del personale non insegnante, ha cercato di far ragionare i due solerti agenti della polizia municipale, che non hanno dato sfoggio di cortesia e di buona educazione verso il poveretto trattandolo in modo inurbano.
A parte questo tipo di atteggiamento , poco professionale che censuro, credo che un minino di tolleranza e di comprensione si possa concedere soprattutto se si tratta di genitori di bimbi che frequentano una scuola elementare.

Roberto Nicolick
Consigliere Gruppo Misto Provincia di Savona

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.