IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, raccolta differenziata: commento del sindaco Tabbò

Più informazioni su

Albenga. L’assessore regionale all’ambiente, Franco Zunino, ha annunciato che il mancato raggiungimento del 35% per la raccolta differenziata costerà un euro in più ad ogni cittadino nelle prossime bollette. I fondi raccolti con questa tassa extra, prevista dalla legge Matteoli, verranno in parte dati ai Comuni che si sono dimostrati più virtuosi nella raccolta differenziata.
Così commenta il sindaco di Albenga, Antonello Tabbò: “Prendiamo atto con piacere delle parole pronunciate dall’assessore Zunino: Albenga, infatti, con il raggiungimento del 28% nella raccolta differenziata supera di ben 10 punti l’andamento medio regionale, che si attesta al 18%. La nostra città, quindi, rientrerà certamente nel novero dei Comuni virtuosi per quanto concerne la differenziazione”.
Dice l’assessore all’ambiente, Romano Minetto: “Tornando sulla polemica di Rosy Guarnieri (Lega Nord) in merito ai problemi finanziari di Eco Albenga, concordo sul fatto che questa società viva una difficoltà di bilancio reale ma voglio smentire categoricamente che tali problemi siano da ricollegare alla raccolta differenziata. Oltre al fatto che lo smaltimento dei rifiuti, come dimostrato dai tristi fatti di Napoli, e la conseguente differenziazione sono ormai un discorso che non può essere rinviato, vorrei sottolineare che la raccolta differenziata ha portato un effettivo risparmio di ben 317 mila euro, oltre all’assunzione di due nuovi addetti per i quali il costo complessivo è di 76 mila euro, certamente ammortizzabili dai 317 mila prima citati. Inoltre l’incremento della differenziazione ha portato ad una riduzione del conferimento di rifiuti in discarica quantificabile in 3200 tonnellate (con un risparmio del costo di smaltimento di 98 euro a tonnellata). Il servizio che dal 12 febbraio interesserà anche Vadino non provocherà alcun aumento di costi o di personale. Credo che i problemi finanziari di Eco Albenga vadano ricercati a monte, in scelte fatte in passato, ed in particolar modo nella decisione presa nel 2004 di non assimilare più i rifiuti agricoli a quelli urbani, con la conseguente perdita dei circa 300 mila euro di contributi degli agricoltori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.